Cessione del quinto: aggiornati i tassi di riferimento

Sono stati aggiornati i tassi di interesse che possono essere applicati da banche e finanziarie in merito alla cessione del quinto per il periodo che decorre dal 1° gennaio al 31 marzo 2016. Si tratta, in pratica, dei tassi di interesse medi che vengono applicati dagli istituti di credito e che permettono di calcolare i tassi di usura, ovvero quegli interessi oltre i quali un finanziamento viene considerato usuraio.

Ecco le novità 2016 per i prestiti fino a 5.000 €:

  • 9,09% per i pensionati fino a 59 anni;
  • 10,69% per i pensionati da 60 a 69 anni;
  • 13,29% per i pensionati da 70 a 79 anni.

Diversi sono invece i tassi di interesse per quanto riguarda i finanziamenti di importo maggiore a 5.000 €:

  • 8,71% per i pensionati fino a 59 anni;
  • 10,31% per i pensionati da 60 a 69 anni;
  • 12,91% per i pensionati da 70 a 79 anni.

Come possiamo vedere, nel primo caso (finanziamenti fino a 5.000 €) i tassi medi sono del 12,20% , mentre nel secondo caso (finanziamento per oltre 5.000 €) il tasso medio è del 10,99%. Diversi sono anche i tassi di usura, rispettivamente pari al 19,25% e al 17,73%.

Pertanto, qualunque finanziamento che rientra al di sotto di tale soglia può essere considerato legittimo, e sta solo al richiedente valutare se richiederlo o meno. Al contrario, qualunque finanziamento che si trova al di sopra di questo limite è usuraio e dovrebbe essere prontamente denunciato alle autorità competenti.

Per tutti, possiamo dire che la cessione del quinto è un finanziamento semplice da avere, sia per i pensionati che per i dipendenti. In entrambi i casi la presenza di una busta paga o di una pensione (che devono essere opportunamente dimostrati tramite copia della busta o del cedolino della pensione) fungono da garanzia per la concessione del finanziamento.

Spesso, infatti, possono far domanda di finanziamenti anche i cattivi pagatori ed i protestati, due categorie di persone che, se non fossero dipendenti o pensionati, potrebbero trovare estrema difficoltà nel richiedere il prestito.

Infine, c’è da dire che la cessione del quinto è il classico prestito a firma singola, con il quale non c’è solitamente bisogno di fornire altre garanzie personali di sorta. Un prestito davvero per tutti, accessibile e a tassi convenienti.