Le tempistiche della cessione del quinto

Richiedere un prestito è un’azione spesso onerosa e deve essere sempre fatta in seguito ad una consulenza di esperti del settore. Una delle modalità più richieste, poiché semplice e soprattutto veloce, è la cessione del quinto. Essa consiste nella trattenuta di un quinto della somma netta di uno stipendio o di una pensione, che viene versata dal datore di lavoro o dall’INPS direttamente all’istituto di credito.

Il prestito in questa modalità viene appunto erogato in modo veloce. Ci sono momenti della vita in cui si ha bisogno di liquidità immediata per acquistare un’auto, per aiutare i figli o i nipoti nello studio o nell’organizzazione di un matrimonio, per coltivare le proprie passioni o semplicemente per godere di una vacanze.

La cessione del quinto rappresenta un metodo sicuro e veloce; per ottenere il finanziamento infatti bisogna prima stabilire la somma di cui si ha bisogno e il tempo necessario per estinguerla. Questo calcolo può essere fatto in pochi minuti on line, compilando un modulo con i propri dati. Successivamente si procederà effettuando richieste di documenti necessari per aprire la pratica. La legge obbliga i datori di lavoro ad accettare la richiesta di trattenuta e versamento all’istituto di credito, per questo l’operazione andrà quasi sempre a buon fine in tempi molto rapidi. Le banche inoltre, per quanto riguarda la cessione del quinto veloce, esamina documenti relativi al reddito e ai dati anagrafici, ma non esamina i documenti relativi a debiti passati o ancora da saldare. Chi è stato un cattivo pagatore infatti, può comunque beneficiare del prestito veloce via cessione del quinto.

Sempre più questi prestiti vengono richiesti tramite il web, poiché la comunicazione tra le parti coinvolte è celere ma comunque efficiente. Una volta che la banca ha esaminato tutti i documenti richiesti e la pratica è stata approvata, la liquidità sarà resa disponibile dopo solo pochi giorni.

Leave a Reply

*